allegroconbiro

BLOG

Sii re di stesso

15 febbraio 2019
Created by sara

Il tempo sembra non passare mai, in quelle notti feroci, di pianti disperati. Durante le quali ripassi a memoria tutto quello che potrebbe non andare: pannolino? Asciutto. Sederino? Lavato. Coccole? A profusione. Tetta? Abbondantemente concessa. E percorri chilometri dal bagno al salone ninnando, cantando, strapazzando, a volte piangendo, mentre scacci come un pensiero molesto la […]

Read the article

Rinascita

25 gennaio 2019
Created by sara

E poi arriverà il giorno in cui, guardandoti indietro, ti renderai conto che è passata. Non saprai nemmeno tu come. Ma è passata E ti chiederai incredula come diamine hai fatto. E all’improvviso ti sentirai così sciocca, ridicola persino. E cercherai di capire dov’è finita tutta quella sofferenza, la tristezza, l’odio, il livore, il dolore. […]

Read the article

Le regole del lasciarsi

15 gennaio 2019
Created by sara

Una chiacchierata con un’amica virtuale, mi ha dato spunto per una riflessione sulla fine di una relazione, e su quanto sia pesante digerire giudizi esterni, sentenze di chi nemmeno c’era, su quanto sia difficile in realtà farsi un’idea precisa magari sentendo solo una campana, e su quanto sia facile invece finire per schierarsi sempre e […]

Read the article

Un contratto per la felicità

9 gennaio 2019
Created by sara

Sia tabula rasa, pagina bianca. Afferrami i polsi, baciami, stanca. Una bozza mal scritta, senza revisioni. Queste sono le condizioni. Niente macerie, su cui costruire, né ceneri nere da cui nascere, uscire. Dubbi e domande in due scatoloni. Queste sono le condizioni. Colpo di spugna sul nostro passato, tempo prezioso, tempo sprecato. Da oggi si […]

Read the article

Le regole dello scrittore

8 gennaio 2019
Created by sara

Scriveva di getto, in balia di un’urgenza che bruciava tutto quello che le stava intorno. Non rispondeva al telefono per giorni, scacciava di malo modo i suoi gatti, che le ronzavano intorno reclamando cibo. Me ne occupavo io, quando tornavo da scuola. Sapevo che in quei momenti era altrove, era impossibile comunicare con lei. Usciva […]

Read the article